Oggi alcuni di noi si sono recati in mensa San Francesco per pranzare e si sono ritrovati, assieme a tantissimi altri studenti, con il vassoio in mano tutti ad aspettare che si liberasse un posto in cui potersi sedere e mangiare.
È una situazione assurda per cui sembra nessuno sia intenzionato a trovare una soluzione se non avvisando tramite il personale della mensa di “sgomberare il posto non appena terminato il pranzo”.

Per noi non è accettabile questa situazione. I problemi delle mense universitarie a Padova versano in una condizione sempre peggiore, a partire dai costi del pasto che negli anni sono aumentati di molto fino alla qualità dei pasti offerti che tutti gli studenti conoscono e denigrano.

È necessario un cambio di direzione e una revisione complessiva dell’intera gestione del servizio di ristorazione, ad oggi totalmente inadeguato, che presupponga le esigenze di noi studenti (i principali utenti), la popolosità e la locazione delle mense, gli orari di inizio e fine lezione nella fascia pranzo, ecc…

Nel frattempo oggi abbiamo deciso di prendere il nostro vassoio e portarlo in Asu (via S. Sofia 5, vicino alla San Francesco) per trovare uno spazio in cui sederci e mangiare in tranquillità.
In questi giorni monitoreremo la situazione e ci muoveremo per trovare una soluzione.

“Stay hungry”…

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *