L’ordine dei biologi contro la Scienza

L’Ordine Nazionale dei Biologi ha organizzato per il 50° anniversario della Fondazione una giornata di festeggiamenti a base di interventi a favore di teorie antiscientifiche e dati non attendibili.

Un convegno, quello in programma il 2 Marzo a Roma, a cui parteciperanno quasi tutte le principali figure di riferimento del mondo no-vax, che godono di scarsissima, se non nulla, considerazione da parte della comunità scientifica. Saranno proprio i vaccini e le ormai tristemente note speculazioni riguardo la loro presunta correlazione con l’insorgere dei disturbi dello spettro autistico, così come la tossicità dei coadiuvanti presenti nel farmaco, ad essere l’argomento centrale della discussione, la quale, ovviamente, non darà spazio ad interventi allineati con l’opinione scientifica ufficiale, anzi si appresta ad essere totalmente di parte e unidirezionale.

Noi studenti della Scuola di Scienze dell’Università degli Studi di Padova ci associamo alle numerose proteste che questo evento ha suscitato, fra le quali quella del Dipartimento di Biologia della nostra Università, che ha indirizzato una lettera al presidente dell’Ordine, il Senatore Vincenzo D’Anna.

Ci siamo sempre posti come promotori della buona scienza, organizzando eventi divulgativi anche su vaccini (https://www.facebook.com/events/1089346554460752/) e omeopatia (https://www.facebook.com/events/173081526410191/) con il progetto L’Ombra di Galileo. Anche oggi vogliamo ribadire il nostro impegno nella lotta contro le bufale scientifiche.

Il Sindacato degli Studenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *