Firma la petizione di Link Coordinamento Universitario rivolta ai docenti >> https://goo.gl/JqMjMV

EDIT: in questo articolo puoi trovare la lista dei docenti Unipd che sostengono lo sciopero >>

Il 16 febbraio il Movimento per la dignità della docenza universitaria ha convocato un nuovo sciopero degli appelli d’esame dal 1 giugno al 31 di luglio di quest’anno. I 6800 docenti firmatari la lettera di proclamazione chiedono lo sblocco degli scatti stipendiali, progressioni di carriera e nuove assunzioni, la copertura delle borse di studio.
(Puoi leggere in dettaglio le modalità dello sciopero in fondo a questo articolo).

La possibilità di sciopero è un diritto da tutelare. Non vogliamo però che le modalità scelte vadano a frantumare ancor di più una comunità accademica già pesantemente attaccata e divisa dalle politiche degli ultimi governi. La reiterazione della pratica dello sciopero dell’appello e l’assenza di un confronto partecipato con tutte le componenti precludono ogni possibilità che gli studenti sostengano questa lotta.

Pensiamo infatti che la mancanza di un appello durante la sessione estiva comprometta fortemente la possibilità di studenti e studentesse di recuperare gli ultimi crediti per accedere alla borsa di studio per l’anno successivo, e per poter usufruire della fasciazione delle tasse universitarie a seconda del proprio reddito.

È per questo che abbiamo lanciato questa petizione in tutti gli Atenei e in tutto il Paese, per richiedere che nessuno prenda scelte che aggravano ulteriormente le condizioni degli studenti e delle studentesse e per impegnarci a cambiare l’università, insieme ai docenti, ai dottorandi e ai tecnici amministrativi, a partire dalle condizioni di tutti coloro che ne fanno parte.

Libertà è partecipazione
Il Sindacato Degli Studenti – LINK Padova
Link Coordinamento Universitario


 

LE MODALITÀ DELLO SCIOPERO
dei docenti per la sessione estiva

Le modalità della manifestazione di astensione risulteranno le seguenti:

  1. Nella sessione di esami di profitto estiva p.v., relativa all’anno accademico 2017-2018, i Professori Universitari, nonché i Ricercatori Universitari ai quali sia stato affidato in maniera ufficiale un corso o un modulo nella loro sede di appartenenza, si asterranno dal tenere tutti gli appelli degli esami di profitto programmati nella sede di appartenenza nella giornata fissata per il primo di tutti gli appelli dei loro corsi o moduli della loro sede che cada all’interno del periodo 1 giugno-31 luglio 2017. La durata dello sciopero è per le 24 ore corrispondenti a tale giornata.
  2. Tutti gli esami corrispondenti verranno, di conseguenza, spostati all’appello successivo, che si terrà regolarmente.
  3. I Ricercatori a tempo indeterminato ai quali non sia stato affidato in maniera ufficiale un corso o un modulo nella loro sede di appartenenza e siano ufficialmente in commissioni di esame si asterranno dal partecipare a tutte le commissioni degli appelli degli esami di profitto programmati nella sede di appartenenza nella giornata fissata per il primo di tutti gli appelli dei corsi o moduli della loro sede per i quali siano in commissione che cada all’interno del periodo 1 giugno-31 luglio 2017. La durata dello sciopero è per le 24 ore corrispondenti a tale giornata.
  4. Verrà assicurata in ogni caso la tenuta di almeno un appello degli esami di profitto nell’ambito del periodo 1 giugno-31 luglio p. v. Pertanto, nelle Sedi in cui i calendari degli esami prevedano un solo appello per gli esami di profitto in tale periodo, e questo cada nel periodo anzidetto, i partecipanti allo sciopero chiederanno alle strutture degli Atenei di competenza di fissare un appello straordinario dopo il quattordicesimo giorno dalla data del giorno dello sciopero.
  5. I partecipanti allo sciopero saranno disponibili a tenere un appello straordinario “ad hoc” in un giorno successivo a quello dello sciopero, e indicativamente dopo il settimo giorno dalla data dello sciopero, per Laureandi e Studenti Erasmus, ove l’appello non tenuto sia l’ultimo utile per laurearsi o per adempimenti per l’“Erasmus”.
  6. I partecipanti allo sciopero saranno disponibili a tenere un appello straordinario “ad hoc” in un giorno successivo a quello dello sciopero, e indicativamente dopo il settimo giorno dalla data dello sciopero stesso, per Studentesse in attesa di un bambino; analogamente saranno disponibili a tenere un appello straordinario “ad hoc” in un giorno successivo a quello dello sciopero, e indicativamente dopo il settimo giorno dalla data dello sciopero stesso, per Studentesse e Studenti che abbiano problemi di salute documentati che richiedano particolari forme di tutela.
  7. Verranno assicurati tutti gli esami di profitto al di fuori del periodo 1 giugno-31 luglio 2018.
  8. Verranno assicurate nel giorno dello sciopero tutte le altre attività istituzionali, ivi comprese le attività di presenza a Consigli di Dipartimento, a Consigli di Dottorato etc.
  9. Verrà comunicata l’astensione dagli esami al proprio Rettore, o al suo delegato.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *